Dott.ssa Romina Venti

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA TERNI

psicoterapia individuale, psicoterapia di coppia, psicoterapia familiare

Home » Di cosa mi occupo

Psicoterapia Familiare Terni

La Psicoterapia Familiare è data da “un insieme di teorie e di tecniche rivolte a trattare l'individuo nel suo contesto sociale” (Minuchin, 1976) e focalizza l'attenzione e l'intervento non tanto sull'individuo che manifesta un sintomo ma sul sistema e sulle relazioni che ogni individuo instaura con l'ambiente circostante.


Questa teoria parte dal presupposto che ogni sistema è un "sistema vivente" organizzato secondo regole, ruoli e funzioni che determinano le interazioni e gli interscambi comunicativi sia al suo interno che verso l'esterno.
In questa ottica l’individuo non è più un elemento singolo da studiare a prescindere dall’ambiente in cui vive, ma fa parte di una serie infinita di sistemi (coppia, famiglia, scuola, lavoro..) in ognuno dei quali invia e riceve delle comunicazioni, assume determinati ruoli e comportamenti.

Così per lo psicoterapeuta sistemico, l'individuo non è isolato dal suo contesto, ma è un essere vivente che si relaziona continuamente al proprio ambiente di vita con il quale non può non interagire, “l'uomo è influenzato dal contesto sociale, che a sua volta egli influenza” (Minuchin, 1976).

Quindi il disagio psichico, o sintomo,  non è considerato interno al "paziente designato" ma è parte di un sistema di relazioni, caratterizzato da un'organizzazione disfunzionale e da comunicazioni errate e paradossali.

Il sintomo oltre ad esprimere il conflitto psichico soggettivo, può acquisire una funzione precisa all'interno del sistema relazionale in cui emerge, cioè  “può essere espressione di una disfunzione all'interno della famiglia. O  puo' essere insorto in un singolo componente della famiglia a causa di specifiche situazioni della sua vita e poi sostenuto e alimentato dall'intero sistema familiare” (Minuchin, 1976), cioè può iniziare come manifestazione di un proprio disagio, ma se non capito o mal gestito dal sistema circostante, può trasformarsi, conseguentemente agli effetti che produce sul sistema familiare stesso.

Questa modello teorico mira a cambiare l'organizzazione interna della famiglia, modificandone la struttura, i modelli comunicativi e relazionali, perchè come afferma Minuchin “cambiando la struttura familiare anche le posizioni dei membri del gruppo e le loro esperienze cambiano”.


La psicoterapia familiare  è consigliata nei casi in cui:


a- Ci sono sintomi manifestati da un figlio (bambino, adolescente, giovane adulto che vive in famiglia) dall'enuresi al bullismo, ai disturbi del comportamento alimentare, all'ansia o fobie.

b- Ci sono problemi di tipo comunicativo o relazionale, come :

  • difficoltà nell’educazione dei figli;
  • difficoltà comunicative genitori- figli;
  • difficoltà relative allo svincolo dalla famiglia d'origine;
  • separazioni, divorzi o lutti;
  • adozioni;
  • difficoltà di gestione del normale sviluppo del ciclo vitale.

TEMPI E MODI DELLA PSICOTERAPIA FAMILIARE:

  • inizialmente c'è una fase di valutazione che dura circa 3 incontri;
  • gli incontri possono aver luogo (in base agli accordi presi con lo psicoterapeuta) una volta alla settimana oppure una volta ogni quindici giorni;
  • ogni incontro ha una durata di circa un'ora ;
  • ad ogni incontro devono essere presenti tutti i membri della famiglia, in assenza di un membro verrà rimandata la seduta;
  • il costo degli incontri è poco più alto della psicoterapia individuale;
  • l'intera psicoterapia ha una durata breve.

Bibliografia:
S. Minuchin(1976) Famiglie e terapia della famiglia,  Roma, Astrolabio

 

Dott.ssa Romina Venti

Psicologa - Psicoterapeuta Terni

  • psicoterapia individuale
    psicoterapia di coppia
    psicoterapia familiare
  • bambini
    adolescenti e giovani
    adulti
  • Sito internet autorizzato dall'Ordine degli Psicologi dell'Umbria, nulla-osta pubblicità sanitaria
    (rif. prot. 0001042 del 14 luglio 2010)

    Informativa Privacy


    Informativa Cookie