Dott.ssa Romina Venti

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA TERNI

psicoterapia individuale, psicoterapia di coppia, psicoterapia familiare

Home » Pubblicazioni

Psicoterapia familiare e di coppia Terni

I DISTURBI RELAZIONALI DEL BAMBINO (Psicologo Terni, Umbria)

AUTORE: ROMINA VENTI

L'approccio Sistemico-Relazionale, è quel modello che focalizza l'attenzione e l'intervento non tanto sull'individuo ma sul sistema e sulle relazioni che ogni individuo instaura con l’ambiente circostante.

Questa teoria parte dal presupposto che ogni sistema è un "sistema vivente" organizzato secondo regole, ruoli e funzioni che determinano le interazioni e gli interscambi comunicativi sia al suo interno che verso l'esterno, quindi in questa ottica l’individuo non è più un elemento singolo da studiare a prescindere dall’ambiente in cui vive, ma fa parte di una serie infinta di sistemi (coppia, famiglia, scuola, lavoro..) in ognuno dei quali invia e riceve delle comunicazioni, assume determinati ruoli e comportamenti.

Partendo da questa teoria, per il terapeuta sistemico, l'individuo non è "un qualcosa" di  isolato dal suo contesto, ma è un essere vivente che si relaziona continuamente al proprio ambiente di vita, con il quale non può non interagire.

Quindi il disagio psichico o sintomo,  non è considerato interno all'individuo (paziente designato) ma è parte di un sistema di relazioni, caratterizzato da un'organizzazione disfunzionale e da comunicazioni errate e paradossali.
Così il sintomo di una persona, oltre ad esprimere il conflitto psichico soggettivo, acquisisce una funzione precisa all'interno del sistema relazionale in cui emerge, cioè il sintomo può iniziare come manifestazione di un disagio ma poi può trasformarsi nel tempo in base agli effetti che ha sul sistema familiare.

ALLORA QUANDO CHIEDERE UNA CONSULENZA O PSICOTERAPIA FAMILIARE?
La famiglia è un sistema e il malessere (sintomo, problema o disagio) di un membro incide direttamente o indirettamente sulla vita di tutti gli altri membri appartenenti al sistema familiare, molto spesso avviene anche che il sintomo di un membro può essere l'espressione di un disagio familiare in un particolare momento del ciclo vitale di quella familglia,  in particolare se si tratta di bambini, adolescenti o giovani.

Quindi la terapia familiare viene consigliata in tutte quelle situazioni in cui:

- Ci sono sintomi manifestati da un figlio (bambino, adolescente, giovane adulto che vive in famiglia):

enuresi, encopresi;

bullismo;

disturbi alimentari;

fobia scolastica;

malattie psicosomatiche.


- Ci sono problemi, di tipo comunicativo o relazionale interni alla famiglia, che coinvolgono i figli:

difficoltà incontrate dai genitori nell’educazione dei figli;

difficoltà comunicative tra genitori e figli;

difficoltà relative allo svincolo di un figlio;

separazioni;

adozioni;

difficoltà di gestione del normale sviluppo del ciclo vitale.

Il compito del terapeuta sistemico-relazionale e familiare è di intervenire sulle diversi parti del sistema cercando di migliorare le sequenze comunicative tra i componenti e di ripristinare l'equilibrio familiare, lavorando su confini e ruoli.
In tutte queste situazioni la famiglia non viene coinvolta per “cercare il colpevole”, ma è una “risorsa” estremamente preziosa per il terapeuta, per chi soffre e per tutti i membri della famiglia, a volte anche solo accettare di “mettersi in gioco”, riuscire a stare in un luogo protetto tutti insieme per parlare di sè e delle proprie relazioni è già terapeutico dato che oggi difficilmente le famiglie riescono a trovare degli spazi per prendersi cura di se stesse.


IL PERCORSO:
- Inizialmente, c'è una prima valutazione con tutti i componenti della famiglia (3 incontri);
- Successivamente a tale valutazione si deciderà il percorso più adatto alla situazione:

1.Psicoterapia individuale con uno dei membri;
2.Psicoterapia di coppia con i genitori;
3.Psicoterapia familiare con tutti i componenti.

La scelta del percorso è da valutare caso per caso in base al tipo di problema, all'età, alla disponibilità dei familiari ed alla voglia del paziente di coinvolgere gli altri membri della famiglia.

L'intervento si struttura in genere in un numero di sedute ridotte e in tempi relativamente rapidi.

I costi sono poco più elevati di una terapia individuale.


Dssa Romina Venti
Psicologo- Psicoterapeuta
Via A. Aleardi, n°6
Terni
Tel. 338.7621194
Sito: www.rominaventi.it

 

 

ARCHIVIO PUBBLICAZIONI



Dott.ssa Romina Venti

Psicologa - Psicoterapeuta Terni